Walter Nicoletti Dovesi

Organizzazione e professionalità

Cinquantenne senza lavoro

  • Pubblicato il 16 Dicembre, 2019

Questo è un argomento molto delicato, uno dei più grandi problemi è quello del quasi cinquantenne senza lavoro. Perché essere disoccupato dopo i quarantacinque anni, sulla soglia dei cinquanta, può essere un grosso problema.

Ma non è tutto perduto, ecco perché…

Hai quasi cinquant’anni e sei disoccupato? Sei senza lavoro e non sai come fare?

Desideri rimetterti sul mercato e riqualificare la tua immagine professionale?

Probabilmente hai più una situazione disperata e ti basterebbe cercare un lavoro qualsiasi.

In questo articolo vorrei darti DUE indicazioni importanti.

La prima è QUELLO CHE FAREI subito in situazione critica

La seconda è QUELLA CHE SAREBBE DA FARE in generale

Ecco cosa farei come cinquantenne senza lavoro

Lo ripeto, non è un argomento piacevole e sinceramente, non vorrei mai trovarmi in questa situazione.

Però, se diventassi un cinquantenne senza lavoro, farei subito tre cose:

  1. Cercherei immediatamente un lavoro partendo da tutte le aziende che conosco e che possono avere posizioni simili a quelle che ho già svolto in precedenza.
  2. Chiamerei tutti i miei contatti per avere un riscontro immediato su referenze o quant’altro, sempre riferite ad un lavoro che ho fatto
  3. Rimarrei aggiornato su offerte di lavoro, ampliando la scelta, cercando di vedere più opzioni e soprattutto, monitorandole continuamente

Niente disperazione, serietà e professionalità che mi permetteranno di presentarmi con entusiasmo e con voglia di rimettermi in gioco.

Si, lo so…lo so

Facile a dirsi, ma poi…vallo a mettere in pratica.

Con calma! Ma si può fare, è una questione di step e di organizzazione efficace.

Cercando ovviamente di controllare il tuo stato emotivo.

Esiste una strategia efficace che può essere una buona base di partenza.

Hai letto la mia guida gratuita? La puoi scaricare QUI

Questa non è la bacchetta magica, ma può essere comunque un’ottima base di partenza. E comunque rimane generica, indipendentemente che tu sia stato professionista, dipendente o imprenditore.

 

Ed ecco quello che sarebbe da fare: una vera strategia di personal branding per tornare in pista più efficace di prima!

A questo punto hai una scelta importante da fare e devi lavorare su diversi aspetti.

La prima cosa in assoluto da fare è quella di stendere una strategia su come rimetterti in gioco e trovare una soluzione a tutto questo.

La parola d’ordine è: OBIETTIVI! 

Il primo obiettivo che devi metterti è quello della leadership.

Lavora su te stesso, sul tuo stato d’animo, sulle tue sicurezze e su quelle che sono le tue capacità.

Giocati tutto sui tuoi punti di forza, migliora i punti di debolezza e ricostruisciti una IDENTITA’ PROFESSIONALE

Fai un check up di te stesso, cercando di capire la tua situazione attuale, le cause che ti hanno portato a questo, ma con un’analisi da TERZA PERSONA. Cerca di essere più che mai obiettivo su questa cosa. Ecco perché solitamente ci si appoggia ad un coach.

Poi passi a alle RISORSE

Dovresti capire quelle che hai già e quelle che ti servono per ritornare in pista, il prima possibile. Qui ti rinnovo l’invito di scaricare la guida. Breve ed efficace, con le basi generali.

Le risorse sono fondamentali, perché coinvolgono le tue capacità e il network di contatti che possono aiutarti nella “ricostruzione”.

Conclusioni e pensieri per un cinquantenne senza lavoro

In questo post, ho voluto lasciarti delle indicazioni concrete e basilari. Volevo accendere delle lampadine per farti capire che ci sono sempre delle soluzioni. Se c’è un problema, allora esiste una soluzione.

Questa cosa è importante capirla, ma è vero anche che ci sono sempre le “variabili” che incidono nelle decisioni e nella vita in generale.

Tutto questo lo puoi superare, partendo sempre da quelle che sono le basi fondamentali. Non dimenticare le cose ovvie, non dimenticare nemmeno ciò che hai che puoi utilizzare.

INFINE…

Inizia a pianificare la tua strategia vincente!

Solo così potrai raggiungere gli obiettivi, solo così riuscirai ad ottenere risultati concreti.

Il mio aiuto per te?

Scarica la guida gratuita. Parti da quella e cerca subito di renderti conto a che livello sei. Poi passa allo step successivo.

Chiedimi come fare….quando vuoi: chiedimelo qui

 

Check your Brand – Lead your Brand

 


Di Walter Nicoletti Dovesi


I commenti sono chiusi.

Potrebbe piacerti anche

Perchè gestire il tuo brand? 4 passaggi fondamentali

Aprile 14, 2022

Linkedin e il personal branding

Ottobre 30, 2021

Da studente a startupper

Febbraio 28, 2021

Registrati adesso

e scarica la guida gratuita