Walter Nicoletti Dovesi

Organizzazione e professionalità

Pillole di personal branding – otto consigli per un manager

  • Pubblicato il 6 Novembre, 2018

Strategie di personal branding per un manager

 

strategie di personal branding per un manager

Breve introduzione per anticiparti che da oggi, partiranno 8 semplici articoletti che parleranno di strategie di personal branding per un manager e/o imprenditore.

Semplici articoli con all’interno degli spunti molto interessanti, che potrai utilizzare da subito e che, se anche conosci, potranno solo confermare se tu stai facendo bene o no.

Con questi articoli finiremo l’anno alla grande e potrai incominciare con nuove idee e nuovi strumenti per avere obiettivi importanti, ma per avere risultati ancora più importanti.

Allora affrontiamo alcuni strumenti che sicuramente avranno un buon impatto su di te e sul tuo lavoro. Partiamo con queste strategie di personal branding per un manager.

Prima Pillola per strategie di personal branding per un manager

La comunicazione educativa dei giorni nostri.

 

Gli uomini hanno i riflessi lenti: in genere capiscono solo nelle generazioni successive. (Anonimo)

 

L’educazione “markettara” degli ultimi anni, si è concentrata sul creare incubi ai clienti, educandoli ad una situazione estremamente negativa che potrà essere risolta solo con una soluzione “speciale”….

Ma qual è questa soluzione?

Ovviamente quella proposta dal “supereroe” del momento con il prodotto/servizio del momento, grazie alle invidiabili performance ottenute. Insomma, il salvatore della tua tragedia.

Ma è proprio così?

Diciamo che in alcuni casi, esistono realtà veramente critiche, fatte di ignoranza (nel senso che si ignora totalmente) che non fa capire cosa si ha attorno e le possibilità da sfruttare. Solo pochissimi se ne rendono conto e quei pochi, sanno poi come fare ad uscire da qualsiasi pseudo-crisi.

Ecco allora, che la maggior parte degli imprenditori, diventa “facile preda” di qualsiasi comunicazione aggressiva.

Il punto principale è proprio questo, educare il target clienti ad una situazione reale (negativa) per poi dare una soluzione (reale) efficace e fattibile.

L’educazione, passa attraverso strumenti che oggi si rivedono nel web, passano tutti per la rete, dove è facile raggiungere una moltitudine di utenti, in brevissimo tempo.

Cosa fare esattamente?

In pratica adotti la stessa tecnica, ovvero quella di parlare ai tuoi clienti, dando loro quelli che sono strumenti risolutivi per i loro problemi.

Questi strumenti li sai dare solamente te, perchè hai le strategie più efficaci per far ottenere loro i risultati che desiderano.

“Gli uomini si fidano delle orecchie meno che degli occhi” (Erodoto)

Proprio perchè si fidano tanto delle orecchie, il miglior strumenti in assoluto, diventa il passaparola, dato proprio dalle referenze. Ovvero, clienti soddisfatti, che raccontano la loro situazione, con la soddisfazione che hanno avuto grazie al tuo lavoro.

Ricapitolando la prima delle strategie di personal branding per un manager

Educare il tuo target clienti con informazioni pratiche e con strumenti e strategie per risolvere i problemi che hanno (tutto inerente al tuo mercato di riferimento).

Utilizzare il passaparola e le referenze per dare maggiore valore alla tua professionalità

Ti aspetto alla seconda pillola, continueremo a parlare di strategie di personal branding per un manager.

Check your Brand – Lead your Brand

 

p.s. Se vuoi tante pillole e video per nuove idee, segui il mio canale su Youtube. CLICCA QUI


Di Walter Nicoletti Dovesi


I commenti sono chiusi.

Potrebbe piacerti anche

Perchè gestire il tuo brand? 4 passaggi fondamentali

Aprile 14, 2022

Linkedin e il personal branding

Ottobre 30, 2021

Specializzato in nulla…ma il branding?

Gennaio 15, 2021

Registrati adesso

e scarica la guida gratuita